Origami

Il progetto prevede la costruzione di una abitazione unifamiliare in una località di campagna, una seconda casa per una famiglia che vive e lavora a Milano, ma che mantiene le proprie radici nella città di Cesena.
Il progetto nasce dalla necessità di prevedere spazi esterni di forte carattere introspettivo, pertanto i due piani dell’edificio si affacciano su due corti esterne: la prima che determina l’atrio di ingresso all’abitazione, la seconda che gli spazi esterni privati affacciati alla zona giorno.
La semplicità ed il rigore della lettura planimetrica, contrasta con uno sviluppo in alzato piuttosto articolato. L’edificio si presenta con una morfologia scandita da una sequenza articolata di falde, ricercando unità, anche attraverso l’utilizzo dei materiali, tra copertura e muri perimetrali.
La morfologia complessa, l’uso delle corti e la gerarchia degli affacci, non seguono elementi formali, ma un’eclettica reinterpretazione di stili ed elementi ritenuti caratterizzanti del contesto.

La caratteristica copertura a falde, presente sia nella forma semplice delle case rurali, sia nelle articolazioni più complesse che caratterizzano gli aggregati urbani dei borghi storici, sono state reinterpretate, senza rinunciare ad una evidente astrazione, per definire il carattere principale dell’abitazione.

L’utilizzo delle corti, di certo non caratteristico delle tipologie tradizionali locali dell’edilizia rurale, trova riscontro in quella storica della casa romana (l’edificio è collocato nella pianura centuriata), oltre che nei centri storici di borghi e città.
Oltre all’aspetto morfologico le innovazioni sono anche di natura tecnologica: l’edificio ha una struttura in legno ed è stato progettato utilizzando sistemi di progettazione bioclimatica e software per la simulazione della radiazione solare.

Sono stati progettati dei camini di ventilazioni capaci di captare l’energia solare e scaldare naturalmente l’edificio nel periodo invernale e, nel contempo, creare dei moti convettivi per raffrescarlo nei mesi estivi. Dato che l’edificio verrà utilizzato soprattutto durante l’estate, si è privilegiata l’efficienza in tale regime, ottimizzando gli ombreggiamenti e lo sfasamento termico dell’involucro.

 

RESIDENZA UNIFAMILIARE A ENERGIA QUASI ZERO (NZEB)

Year
2020

Locality
Italy – cesena

Design team
Piraccini + Potente architettura

CHIEF ARCHITECTS

Stefano Piraccini
Margherita Potente

Project TEAM

Gianluca Bertoli

Marco Marchetti
Beatrice Enti

TAGS

Download